Gualtiero Marchesi: un’esperienza senza tempo tra Tremezzo e Milano

Le esperienze migliori sono quelle legate ai sensi e ancor più se accompagnate da ricordi. E’ così che allora la storia, il gusto e le emozioni della cucina del più grande chef italiano di sempre, Gualtiero Marchesi, continuano a rivivere nella memoria delle persone di ogni parte del mondo.

Per riscoprirne i sapori e le suggestioni due indirizzi imperdibili: il primo rappresentato dal Grand Hotel Tremezzo che con la sua Terrazza dedicata al Maestro farà rivivere in maniera globale l’idea di cucina e i signature dish del grande chef, il secondo invece è la riapertura del Ristorante La Scala -Il Foyer, là dove un tempo sorgeva il Marchesino.

Siamo orgogliosi ed entusiasti di riaprire il Grand Hotel Tremezzo con il nuovo gioiello di Villa Passalacqua e la perla rara della Terrazza Gualtiero Marchesi. Due grandi investimenti che inaugurano la stagione n.110 già in pieno fermento – ha annunciato Valentina De Santis, CEO del cinque stelle lusso.

Sì perché uno degli hotel più prestigiosi del nostro Paese ha infatti ufficializzato una notizia che in tanti attendevano.

Chi arriverà da quest’anno al Grand Hotel Tremezzo avrà infatti modo di vivere un’esperienza sensoriale indimenticabile al ristorante gourmet La Terrazza Gualtiero Marchesi, un percorso iniziato otto anni fa con il Maestro, il cui grande sogno era di portare il suo ristorante al Grand Hotel Tremezzo.

La Terrazza Gualtiero Marchesi è oggi l’unico ristorante del Gruppo Gualtiero Marchesi a riproporre in modo integrale i suoi piatti iconici, che hanno rivoluzionato la cucina italiana e l’hanno portata al centro della creatività internazionale, dal riso e oro al raviolo aperto, dal dripping di Pollock al Rosso e Il Nero di Fontana, dall’insalata di spaghetti al caviale al filetto alla Rossini secondo Gualtiero Marchesi.

A supporto di questo ambizioso progetto studiato insieme al Maestro, il Grand Hotel Tremezzo svela anche le sue nuove cucine, frutto di un’operazione impegnativa da ogni punto di vista, portata a termine nei mesi di chiusura invernale.

Sono state progettate–  spiega Silvio Vettorello, General Manager del Grand Hotel – con estrema cura per riflettere ed esaltare, anche dietro le quinte, l’eleganza del nostro Palace”.
L’eleganza è declinata da materiali di fascino antico come il marmo di Carrara e il marmo rosso di Francia, il seminato veneziano e le ceramiche smaltate alle pareti impreziosite da rame. La meticolosa scelta di una palette preziosa di luci e colori si accompagna alle più innovative tecnologie di cottura e conservazione, che ritmano il percorso attraverso le diverse aree , dal reparto di panificazione alla lavorazione del pesce e della carne, dalla pasta fresca alla gelateria e alla pasticceria. Come coronamento, a renderle davvero uniche, la vista panoramica sul lago, che ispira la squadra di cuochi capitanati da Osvaldo Presazzi.

Mai come quest’anno – tiene a sottolineare Silvio Vettorello – il Grand Hotel Tremezzo ha accolto nel suo abbraccio le eccellenze della storia, dell’arte e del gusto, riconfermandosi interprete sensibilissimo del saper vivere italiano”.

 

In quel di Milano invece e per l’esattezza nella suggestiva Piazza della Scala in occasione del Salone del Mobile 2019 ha aperto i battenti Il Foyer.

Il riso e oro di Gualtiero Marchesi, piatto iconico dello chef conosciuto in tutto il mondo, diventa il cuore del nuovo ristorante, che offrirà alla clientela la possibilità di gustare i tradizionali simboli della sua cucina, in chiave moderna.

Il nuovo locale è ispirato ai decori del Teatro alla Scala ed il progetto è stato realizzato da Michael Vincent Uy, architetto con base a Milano e con una lunga esperienza maturata a livello internazionale nel mondo del lusso.

Per la pasticceria sarà il Pastry Chef italo-argentino Matias Ortiz a regalare vere esplosioni di gusto,  con un’offerta di viennoiserie a base di burro in perfetto stile parigino per le colazioni, e una interessante proposta di monoporzioni e mignon di alta pasticceria nell’arco della giornata.

A capo della brigata l’Executive Chef Anatolij Franzese. Il Cocktail Bar infine sarà guidato dal Bar Manager Matteo De Palma.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like